Le istanze per la richiesta del contributo a fondo perduto saranno soggette a due tipi di controllo: il primo all’atto della presentazione, e successivamente al momento dell’erogazione del contributo.

I controlli potrebbero comportare lo scarto dell’istanza o la revoca, totale o parziale, del contributo erogato.

Inoltre ai contribuenti si potrebbero irrogare delle specifiche sanzioni amministrative, e nei casi più gravi, anche le misure previste dal codice penale per indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato (articolo 316-ter c.p.).