Con risposta all’interpello n.377 del 18 settembre 2020 l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che i professionisti in studi associati, in caso di indebita fruizione dei contributi a fondo perduto, dovranno restituirli senza sanzioni, ma solo con gli interessi maturati.