A seguito delle diverse modifiche che il Governo ha apportato ai crediti d’imposta a favore delle imprese per l’acquisto di energia elettrica e gas naturale, facciamo il punto sulle modalità di fruizione dei bonus ed eventuale cessione, nonchè sui codici tributo da utilizzare per la compensazione in F24.

Tutti i crediti d’imposta in questione, potranno essere utilizzati, dalle imprese beneficiarie:

  • in compensazione mediante modello F24,
  • oppure ceduti solo per intero a terzi, in alternativa alla fruizione diretta.

I suddetti crediti d’imposta dovranno essere utilizzati: 

  • entro il 31 dicembre 2022 per i bonus relativi al primo e secondo trimestre 2022,
  • entro il 31 marzo 2023 per gli importi spettanti relativi al terzo trimestre 2022 (precedentemente fissato al 31.12.2022 dal decreto Aiuti bis e poi prorogato dal Decreto Aiuti Ter) e ai mesi di ottobre e novembre 2022.

Per consentire l’utilizzo in compensazione dei crediti d’imposta da parte delle imprese beneficiarie, tramite modello F24 da presentare esclusivamente attraverso i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle entrate, quest’ultima, con la pubblicazione di una serie di risoluzioni, ha istituito i codici tributo che andiamo a riepilogare nelle tabelle seguenti.

In sede di compilazione del modello F24, i suddetti codici tributo sono esposti nella sezione “Erario”, nella colonna “importi a credito compensati”, ovvero, nei casi in cui il contribuente debba procedere al riversamento dell’agevolazione, nella colonna “importi a debito versati”. Nel campo “anno di riferimento” è indicato l’anno di sostenimento della spesa, nel formato “AAAA”.