Anche al collaboratore familiare spetta il credito d’imposta nel Mezzogiorno, tale soggetto come da sua natura, è titolare di un reddito di partecipazione ottenuto dalla suddivisione del reddito d’impresa. L’ Agenzia delle Entrate con l’interpello 5.03.2020 n.85, ha fornito spiegazioni in merito all’ambito soggettivo di applicazione del credito. Questo è individuato nel primo periodo dell’art 1, c.98: il credito di imposta è attribuito alle imprese che acquisiscono beni strumentali nuovi.

Come chiarito dalla circolare n. 34/E/2016, al paragrafo 1, destinatari di tale beneficio sono tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa, individuabili in base all’art. 55 del Tuir indipendentemente dalla natura giuridica assunta.