Con l’interpello n. 618 del 20 settembre 2021, l’Agenzia delle Entrate fornisce ulteriori chiarimenti in merito alla detassazione dei contributi e delle indennità Covid-19, ex art. 10-bis, D.L. n. 137/2020. Tali somme non concorrono alla formazione del reddito imponibile ai fini IRPEF/IRES e del valore della produzione ai fini IRAP; in particolare ci si riferisce a contributi e indennità di qualsiasi natura erogati in via eccezionale per l’emergenza epidemiologica da Covid-19; da chiunque erogati; spettanti ai soggetti esercenti impresa, arte o professione, e lavoratori autonomi; indipendentemente dalle modalità di fruizione e contabilizzazione.