Allo scopo di agevolare, negli anni 2019 e 2020, l’acquisto o l’adattamento degli strumenti (c.d. misuratori fiscali) necessari per effettuare la memorizzazione e la trasmissione dei corrispettivi, l’articolo 2, comma 6-quinquies, del d.lgs. n. 127 del 2015, ha previsto, in favore dei suddetti esercenti, la concessione di un contributo pari al 50% della spesa sostenuta, fino a un massimo di 250 euro in caso di acquisto e di 50 euro in caso di adattamento, per ogni misuratore fiscale.

Dal 1° luglio 2019 gli esercenti attività di commercio al minuto e assimilate, devono memorizzare elettronicamente e trasmettere telematicamente all’Agenzia delle entrate i dati dei corrispettivi giornalieri. L’applicazione di tale disposizione è prevista al 1° gennaio 2020 ma è stata anticipata al 1° luglio 2019 per gli esercenti con un volume d’affari superiore a 400 mila euro.

Con il Provvedimento di cui all’allegato, l’Agenzia delle Entrate ha fornito ulteriori chiarimenti in merito.

provv+credito+misuratori+fiscali_