Le Società di comodo beneficiano della disapplicazione automatica prevista dal decreto Cura Italia. Nello specifico:   per le società non operative l’esclusione riguarderà il periodo di imposta 2020 (Redditi 2021); per le società in perdita persistente da 5 periodi di imposta, oppure da 4 periodi e il quinto con ricavi inferiori a quelli minimi, l’esclusione riguarderà il periodo di imposta 2021 (Redditi 2022).